Scegli la tua lingua
  • Deutsch

    Sämtliche Inhalte auf der CPN-Website sind auf Englisch verfügbar. Einige Inhalte, wie z. B. Produktbeschreibungen, aktuelle Produkteinführungen und einige technische Artikel, sind ebenfalls auf Deutsch, Spanisch, Französisch, Italienisch und Niederländisch erhältlich. Wählen Sie in der Liste oben Ihre Sprache aus, damit sämtliche darin verfügbaren Inhalte automatisch entsprechend Ihrer Wahl dargestellt werden. Ansonsten wird als Standardsprache Englisch verwendet.

  • English

    All content published on the CPN website is available in English. Some content – such as product descriptions, recent product launches and some technical articles – is also available in German, Spanish, French, Italian and Dutch. Choose your language from the list above and all content that is available in your language will automatically be displayed in your language, otherwise the default language will be English.

  • Español

    Todo el contenido publicado en la página web de CPN está disponible en inglés. Parte del contenido –como descripciones de producto, lanzamientos recientes de productos y algunos artículos técnicos– también están disponibles en alemán, español, francés, italiano e holandés. Elija su idioma en la lista anterior y todo el contenido que esté disponible en su idioma aparecerá automáticamente en ese idioma, o , si no, en el idioma predeterminado que es el inglés.

  • Français

    Tout le contenu publié sur le site Web de CPN existe en anglais. Une partie du contenu (comme les descriptions de produit, les lancements récents de produit et certains articles techniques) est également publié en allemand, en espagnol, en français, en italien et en néerlandais. Choisissez la langue dans la liste ci-dessus, et tout le contenu offert dans votre langue s’affiche automatiquement ; par défaut, le reste s’affiche en anglais.

  • Italiano

    Tutti i contenuti pubblicati sul sito CPN sono disponibili in inglese. Alcuni contenuti come descrizioni di prodotto, lanci di prodotti recenti e alcuni articoli tecnici sono disponibili anche in tedesco, spagnolo, francese, italiano e olandese. Seleziona la lingua dall'elenco in alto e automaticamente si visualizzeranno tutti i contenuti disponibili in quella lingua; diversamente la lingua di default sarà l’inglese.

  • Nederlands

    Alle inhoud die op de CPN-website wordt gepubliceerd, is beschikbaar in het Engels. Bepaalde inhoud, zoals productbeschrijvingen, onlangs gelanceerde producten en sommige technische artikelen, zijn ook beschikbaar in het Duits, Spaans, Frans, Italiaans en Nederlands. Kies de taal uit bovenstaande lijst, waarna alle inhoud die beschikbaar is in de gewenste taal, automatisch in die taal wordt weergegeven. Anders is Engels de standaardtaal.

Articoli tecnici

La natura si osserva più da vicino grazie al nuovo super zoom EF100-400mm

La natura si osserva più da vicino grazie al nuovo super zoom EF100-400mm

© Danny Green

Novembre 2014

Danny Green, rinomato fotografo naturalistico e Canon Explorer, è da tempo un fan dei grandi zoom Canon e recentemente ha messo alla prova il nuovo obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM. David Corfield, editor di CPN, scopre le sue impressioni...

© Danny Green

Danny Green, rinomato fotografo naturalistico e Canon Explorer, con la sua reflex digitale EOS-1D X e un modello in commercio del nuovo obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6 IS II USM.

La vicinanza con la natura: ecco la motivazione principale di ogni fotografo naturalistico. Danny Green non fa eccezione. Uno dei migliori fotografi in circolazione nel Regno Unito, vanta opere senza pari quando si tratta di scrutare la natura selvaggia che ci circonda.

Chiaramente, in questo settore gli strumenti del mestiere contano, e in qualità di fedele utente Canon Danny ha fondato la sua attività, e la sua reputazione, sull'incredibile sistema di obiettivi EF. E per il nuovo zoom EF100-400mm non ha altro che elogi...

"Ci sono riusciti ancora una volta, vero?" dice ridendo. "Credo che l'obiettivo 100-400mm sia la lente più importante per un fotografo naturalista se prende sul serio il suo lavoro, e Canon ha preso l'originale e apprezzato 100-400mm aggiornandolo con nuove fantastiche funzioni".

Prestazioni e facilità di utilizzo

Danny sarà il primo a dirvi che l'arte di essere un buon fotografo naturalistico consiste nel restare zitti e immobili il più a lungo possibile. Andare a fotografare cervi rossi nella zona vicino alla sua casa nel Leicestershire è stato un ottimo test per questo obiettivo. Sebbene sia fondamentale avere obiettivi dalle ottime prestazioni e con la giusta distanza focale, a volte il design può diminuire le chance di ottenere uno scatto ben fatto. Perché?

© Danny Green

Quando si scatta da un'angolazione bassa, si può utilizzare l'ampia lunghezza focale per isolare i soggetti in maniera splendida, anche a distanza ravvicinata. Immagine scattata con una Canon EOS-1D X, obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM a 340 mm; esposizione 1/320 di sec. a f/5,6, ISO 800.

"È abbastanza semplice", spiega Danny. "Il design di alcuni teleobiettivi con zoom, compreso il precedente modello EF100-400, presentava un corpo ad azionamento manuale, perciò dovevi muovere fisicamente il braccio per ottenere la distanza focale desiderata. Quando sei così vicino ad un soggetto suscettibile e utilizzi una bean bag come supporto dell'obiettivo come faccio io, persino il più piccolo movimento può farti perdere la foto".

"Ecco perché la prima cosa che ho notato del nuovo modello EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM è stato il nuovo zoom ad azionamento a rotazione con torsione variabile. È un meccanismo eccezionale, perché posso azionare lo zoom semplicemente muovendo il pollice e l'indice, con il bracco fermo, riducendo così il rischio di disturbare il soggetto. Può sembrare una sciocchezza, ma è una cosa importantissima nelle situazioni reali. Ed essere in grado di gestire lo zoom con l'impostazione desiderata è fantastico".

E prosegue: "In termini di peso e dimensioni, non occupa tanto spazio nella borsa della fotocamera; è compatto e leggero, e mette a fuoco molto velocemente. Anzi, per quanto riguarda la velocità dell'AF, dato che sono abituato alla rapidità dei grandi obiettivi a focale fissa che utilizzo di solito, come l'EF500mm f/4L IS II USM, non mi aspettavo che questo modello mettesse a fuoco così velocemente, sono rimasto davvero sorpreso".

Ciò è riconducile all'attenzione che Canon presta alle opinioni dei suoi utenti. Danny, come tutti i Canon Explorer e Ambassador, fornisce regolarmente commenti agli ingegneri Canon nel corso delle "tavole rotonde", e sicuramente l'azienda ha tenuto conto della sua opinione di esperto nella realizzazione del nuovo EF100-400mm. L'ergonomia e la maneggevolezza tra le mani sono in cima alla sua lista di priorità, spiega Danny.

"Di questo nuovo obiettivo mi piace che lo stabilizzatore d'immagine ora offra quattro livelli di regolazione distribuiti su tre impostazioni. Ho scattato una foto a un cervo a 1/60 di sec. a f/5.6 senza treppiede e i fotogrammi erano tutti utilizzabili. Ho scattato a raffica, e nel mezzo della sequenza, quando è scattato lo stabilizzatore d'immagine, la nitidezza era perfetta. Sono rimasto a bocca aperta".

Nitidezza associata a velocità e flessibilità

Danny ha utilizzato l'obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM con la sua EOS-1D X e ha riscontrato un funzionamento perfetto. Essendo estremamente puntiglioso in fatto di nitidezza, è rimasto piacevolmente colpito quando ha scoperto che la messa a fuoco era veloce, accurata e affidabile.

"A volte un animale spunta dal nulla e devi reagire velocemente. Perciò è bene avere un obiettivo che reagisca in un batter d'occhio. Gli obiettivi a focale fissa non offrono la stessa flessibilità di uno zoom, ma in compenso con la lunghezza focale fissa hai la certezza di un risultato più nitido. Questo schema non vale però con questo obiettivo".

E continua: "Funziona anche con un convertitore EF1.4x*, a differenza del precedente modello 100-400 che permetteva solamente la messa a fuoco manuale una volta installato. Con questo nuovo obiettivo puoi utilizzare l'AF senza problemi con il punto di messa a fuoco centrale. Un altro grande passo avanti".

"Adoro anche la flessibilità dell'intervallo di questa distanza focale", afferma Danny. "A volte voglio che l'animale risulti molto piccolo nel fotogramma, specialmente se nel contesto di un paesaggio, e il nuovo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM mi permette di realizzare questa composizione con grande facilità e di ingrandire l'immagine con lo zoom per uno scatto ravvicinato ricco di dettagli. È davvero bello avere a disposizione questa opzione".

Maneggevolezza e design

© Danny Green

Il maestoso cervo rosso maschio, un simbolo della fauna britannica. Immagine scattata con una Canon EOS-1D X, obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM a 400 mm; esposizione 1/500 di sec. a f/5,6, ISO 800.

L'EF100-400mm f/4.5-5.6 IS USM originale era un obiettivo talmente apprezzato nella gamma Canon che la sostituzione non era affatto semplice, fa notare Danny. "Gli ingegneri Canon hanno avuto bisogno di qualche anno per fornirci la versione Mark II, ma l'attesa è stata ricompensata. Adoro i piccoli dettagli, che dimostrano quanto Canon abbia analizzato con cura tutti i particolari. Persino il paraluce dell'obiettivo".

Si potrebbe pensare che un componente così "umile" come un paraluce non possa certo entusiasmare uno come Danny, e invece...

"È stato un vero piacere scoprire che Canon aveva aggiunto una finestra d'accesso nel paraluce" dice sorridendo. "Finalmente adesso posso utilizzare un polarizzatore senza dover allungare la mano nell'obiettivo per regolarlo. È un'innovazione brillante e al tempo stesso davvero semplice".

"I controlli sono tutti posizionati ottimamente sul corpo dell'obiettivo", aggiunge. "In questo modo posso selezionare le modalità dello stabilizzatore d'immagine e passare dall'AF alla messa a fuoco manuale senza nemmeno distogliere lo sguardo dal soggetto. È un vantaggio fantastico che mi aiuta a mantenere la creatività senza il rischio di perdere di vista il soggetto".

"Inoltre è fantastico che anche l'attacco per il treppiede sia rimovibile, poiché aumenta la flessibilità a mano libera. Tuttavia quando si utilizza il treppiede, l'attacco, sebbene piccolo e compatto, è ben studiato e molto resistente. È alloggiato più vicino all'obiettivo e ciò riduce il rischio di vibrazioni".

Nuovi rivestimenti e nuovo design ottico

Danny lavora spesso di mattina presto o al tramonto, perciò è ben abituato a condizioni di scarsa illuminazione. Tuttavia, lavorare al calar del sole presenta non solo difficoltà nella messa a fuoco ma anche nel riprendere un soggetto con un contrasto sufficiente. Ecco perché, spiega, gli obiettivi Canon mostrano di che stoffa sono fatti.

© Danny Green

Fai clic sull'immagine qui sopra e passa il mouse sopra la foglia per vedere i dettagli ottenibili con la messa a fuoco da vicino. Immagine scattata con una Canon EOS-1D X, obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM a 400 mm; esposizione 1/200 di sec. a f/5,6, ISO 800.

"Questo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM monta lenti in fluorite e Super UD (Super Ultra-low Dispersion) che fanno davvero la differenza, non solo in condizioni di basso contrasto ma anche quando ci sono numerose superfici riflettenti, come la neve, e l'obiettivo corre il rischio di produrre riflessi interni", afferma Danny. "I rivestimenti in fluorite sugli elementi anteriori e posteriori offrono una protezione impareggiabile e riducono il rischio di graffi o depositi di polvere sul sensore".

E aggiunge: "Quest'obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM è dotato della nuova tecnologia di rivestimento Air Sphere (ASC) che integra ciò che Canon definisce uno strato a basso indice di rifrazione. Mi ci è voluto un po' per capirne il funzionamento ma è affascinate. In pratica, quando la luce entra in un obiettivo, rallenta nel passaggio tra aria e vetro. Questa riduzione di velocità causa riflessi e bagliori che danneggiano l'immagine con effetti fantasma e una diminuzione del contrasto".

"Adesso nel nuovo obiettivo ci sono 21 elementi rispetto ai 17 del precedente modello, sebbene le dimensioni siano praticamente le stesse. È fantastico, non occupa più spazio nella borsa ma è tecnologicamente molto più avanzato. È questo ciò che ammiro e rispetto di Canon", afferma Danny.

"Inoltre, l'obiettivo mette a fuoco da una distanza più ravvicinata che mai, per un'ulteriore flessibilità e versatilità. Essere in grado di mettere a fuoco a una distanza inferiore al metro è eccezionale ed è possibile grazie a un nuovo layout ottico all'interno del corpo dell'obiettivo".

L'obiettivo ideale per la natura e i paesaggi

Danny non fa che elogiare il nuovo super zoom Canon EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM e non vede l'ora di scattare altre foto di animali e paesaggi. "È la vera bellezza di questa distanza focale", conclude. "Ti offre la massima flessibilità sacrificando molto poco in termini di nitidezza dell'immagine rispetto a un obiettivo a distanza focale fissa. Chi cerca un unico obiettivo in grado di coprire una moltitudine di situazioni di scatto, non ha bisogno di altro. Questo obiettivo offre un grado di flessibilità con cui gli altri non potranno competere".

EF100-400MM F/4.5-5.6L IS II USM – FUNZIONALITÀ CHIAVE


  • Lunghezza focale pari a 100-400 mm con regolazione della resistenza dello zoom
  • Riprese in condizioni di scarsa illuminazione grazie allo stabilizzatore d'immagine a 4 stop
  • Elevata qualità dell'immagine grazie agli elementi in fluorite e Super UD
  • Nuovo rivestimento ASC per evitare immagini fantasma e flare
  • Eccellente impermeabilità per un utilizzo sicuro anche in condizioni atmosferiche difficili

* L'AF con moltiplicatore è possibile solamente con le fotocamere della serie EOS-1, EOS 7D Mark II e EOS 5D Mark III (con aggiornamento del firmware).

Biografia: Danny Green

Danny Green

Danny Green è un pluripremiato fotografo naturalistico britannico. Ha iniziato a interessarsi alla natura sin da giovane: non era quasi mai a casa, sempre in giro per boschi e fiumi alla ricerca di fauna selvatica. Durante l'infanzia, Danny è stato molto influenzato dal nonno, il quale gli ha sempre mostrato i segnali inviati dalla natura e gli ha indicato i diversi aspetti della vita a seconda dell'habitat, delle stagioni, del giorno e della notte. Dopo circa 30 anni, ha ancora lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di saperne di più sul suo ambiente preferito. Danny ritrae il mondo della natura da oltre 20 anni ed è sempre stato un fedele fotografo Canon; ha lavorato principalmente su pellicola nei primi anni per poi passare completamente al digitale. Il suo approccio agli scatti naturalistici si basa su un lungo processo e a volte può trascorrere mesi, se non anni a lavorare su un soggetto o un progetto.



Showcase

Cervo rosso maschio con due femmine. I soggetti con un contrasto basso su uno sfondo di colore simile non presentano problemi per la messa a fuoco. Immagine scattata con una Canon EOS-1D X, obiettivo EF100-400mm f/4.5-5.6L IS II USM a 400 mm; esposizione 1/160 di sec. a f/5.6, ISO 800.