Scegli la tua lingua
  • Deutsch

    Sämtliche Inhalte auf der CPN-Website sind auf Englisch verfügbar. Einige Inhalte, wie z. B. Produktbeschreibungen, aktuelle Produkteinführungen und einige technische Artikel, sind ebenfalls auf Deutsch, Spanisch, Französisch, Italienisch und Niederländisch erhältlich. Wählen Sie in der Liste oben Ihre Sprache aus, damit sämtliche darin verfügbaren Inhalte automatisch entsprechend Ihrer Wahl dargestellt werden. Ansonsten wird als Standardsprache Englisch verwendet.

  • English

    All content published on the CPN website is available in English. Some content – such as product descriptions, recent product launches and some technical articles – is also available in German, Spanish, French, Italian and Dutch. Choose your language from the list above and all content that is available in your language will automatically be displayed in your language, otherwise the default language will be English.

  • Español

    Todo el contenido publicado en la página web de CPN está disponible en inglés. Parte del contenido –como descripciones de producto, lanzamientos recientes de productos y algunos artículos técnicos– también están disponibles en alemán, español, francés, italiano e holandés. Elija su idioma en la lista anterior y todo el contenido que esté disponible en su idioma aparecerá automáticamente en ese idioma, o , si no, en el idioma predeterminado que es el inglés.

  • Français

    Tout le contenu publié sur le site Web de CPN existe en anglais. Une partie du contenu (comme les descriptions de produit, les lancements récents de produit et certains articles techniques) est également publié en allemand, en espagnol, en français, en italien et en néerlandais. Choisissez la langue dans la liste ci-dessus, et tout le contenu offert dans votre langue s’affiche automatiquement ; par défaut, le reste s’affiche en anglais.

  • Italiano

    Tutti i contenuti pubblicati sul sito CPN sono disponibili in inglese. Alcuni contenuti come descrizioni di prodotto, lanci di prodotti recenti e alcuni articoli tecnici sono disponibili anche in tedesco, spagnolo, francese, italiano e olandese. Seleziona la lingua dall'elenco in alto e automaticamente si visualizzeranno tutti i contenuti disponibili in quella lingua; diversamente la lingua di default sarà l’inglese.

  • Nederlands

    Alle inhoud die op de CPN-website wordt gepubliceerd, is beschikbaar in het Engels. Bepaalde inhoud, zoals productbeschrijvingen, onlangs gelanceerde producten en sommige technische artikelen, zijn ook beschikbaar in het Duits, Spaans, Frans, Italiaans en Nederlands. Kies de taal uit bovenstaande lijst, waarna alle inhoud die beschikbaar is in de gewenste taal, automatisch in die taal wordt weergegeven. Anders is Engels de standaardtaal.

Interviste

close movie

EOS 5DS & EOS 5DS R


Febbraio 2015

La vera storia: l'uomo dietro a EOS 5DS e EOS 5DS R

CPN ha avuto recentemente l'esclusiva opportunità di incontrare Tsunemasa Ohara, Senior General Manager di Camera Research and Development presso Canon Inc., l'uomo chiave dietro allo sviluppo delle rivoluzionarie reflex digitali da 50,6 megapixel, EOS 5DS e EOS 5DS R. In un'esclusiva intervista rivela come ha partorito il concetto delle fotocamere, e il modo e le ragioni per cui sono state sviluppate alcune delle tecnologie fondamentali che queste contengono...

Canon Professional Network (CPN): Chi ha concepito l'idea e la visione di EOS 5DS e EOS 5DS R?

Tsunemasa Ohara (TO): "Sviluppare questo prodotto è stata una mia idea, in quanto dalle mie ricerche passate sapevo che era possibile ottenere un maggior numero di megapixel dal sensore di EOS 5D Mark III. Dopo aver spiegato che la realizzazione era possibile, ho riunito un team con cui lavorare, nel quale molti dei componenti erano le stesse persone che avevano già lavorato con me su altri progetti relativi a reflex digitali EOS."

Tsunemasa Ohara (ritratto qui sopra con un modello EOS 5DS) di Canon Inc. è stato l'ideatore della reflex digitale a megapixel elevati e ha guidato il team di sviluppo di EOS 5DS e EOS 5DS R.

CPN: Quali sono i vantaggi tecnici principali di queste fotocamere rispetto alle attuali reflex digitali ad alta risoluzione e di medio formato della concorrenza?

TO: "In termini di megapixel, EOS 5DS e EOS 5DS R offrono praticamente le stesse prestazioni di una fotocamera di medio formato e anche gli stessi livelli di qualità dell'immagine. Il vantaggio fondamentale da una prospettiva EOS è una maneggevolezza e una mobilità notevolmente superiori rispetto a una fotocamera di medio formato. Si tratta di un vantaggio importante del nostro prodotto, in quanto è più piccolo e più leggero, e può essere utilizzato in una maggiore varietà di situazioni."

CPN: Quali criteri avete utilizzato per sviluppare questo nuovo sensore?

TO: "Il primo criterio, come per tutte le fotocamere EOS, è stato l'elevata qualità dell'immagine. Era l'obiettivo prioritario. Dal punto di vista dello sviluppo, era possibile aumentare ancor di più la dimensione dei megapixel, ma da una prospettiva di qualità dell'immagine non conveniva limitarsi a ciò. Pertanto, il nostro obiettivo più importante è stato sempre quello di raggiungere l'equilibrio ottimale tra megapixel elevati e alta qualità dell'immagine."


CPN: Questo notevole avanzamento del sensore e della tecnologia sarà limitato soltanto a EOS 5DS e EOS 5DS R o verrà esteso ad altre fotocamere EOS nei prossimi anni?

TO: "Per realizzare questo sensore CMOS a megapixel elevati abbiamo sviluppato molte nuove tecnologie in modo da utilizzarlo nel corpo delle fotocamere EOS 5DS e EOS 5DS R. Non possiamo rivelare i nostri piani, ma sicuramente parte della tecnologia troverà posto nelle prossime fotocamere."

CPN: Il doppio processore DIGIC 6 le rende fotocamere molto rapide in termini di elaborazione dell'immagine. Ma quali saranno i progressi dell'architettura DIGIC in termini di velocità?

TO: "Non siamo ancora giunti al termine nello sviluppo del processore DIGIC. Puntiamo a livelli sempre più alti di velocità di elaborazione e continueremo a farlo."

CPN: Ci può spiegare come siete arrivati a questa versione di filtro passa-basso su EOS 5DS e perché avete scelto di impiegare un filtro per l'annullamento su EOS 5DS R?

TO: "La nostra fotocamera principale è EOS 5DS, la quale, come tutte le reflex digitali EOS, è dotata di un filtro passa-basso per evitare l'effetto moiré. Come sapete, EOS 5DS è un modello a megapixel elevati, e per utilizzare questo sensore è necessario trovare il modo più efficace al fine di evitare l'effetto moiré. Ovviamente, se rimuoviamo il filtro, l'effetto moiré appare nelle foto di determinati soggetti e ciò non va bene per la qualità dell'immagine. Ma, d'altro canto, in alcuni casi in cui il soggetto non ha schemi precisi o bordi diritti, l'effetto non si verifica. Per questi casi, abbiamo sviluppato EOS 5DS R con un filtro per l'annullamento dell'effetto passa-basso che consente la migliore risoluzione per soggetti strutturati."

CPN: I formati di ritaglio sono una caratteristica interessante. Perché avete sentito la necessità di integrarla nella fotocamera?

TO: "Ci siamo resi conto che certi fotografi scattano in un determinato stile o con un determinato ritaglio e sapevamo che il nostro nuovo sensore CMOS avrebbe consentito di utilizzare questi formati di ritaglio all'interno della fotocamera. Pensiamo che aggiungendoli vengano aumentate la funzionalità e l'usabilità di EOS 5DS e EOS 5DS R."

CPN: Sono presenti degli esempi di eccellente microingegneria, soprattutto il sistema di controllo delle vibrazioni dello specchio. Ci può spiegare perché e in che modo è stato sviluppato?

TO: "Abbiamo sviluppato questo sistema in origine per EOS 7D Mark II e lo abbiamo lievemente riprogettato per la combinazione di specchio e sensore più ampi di EOS 5DS. La differenza di dimensioni tra il sensore APS-C e il sensore full frame implica la necessità di azionare lo specchio in modo diverso, in quanto più grande. L'utilizzo di camme per il movimento dello specchio ne permette un funzionamento molto più preciso, allo scopo di non produrre vibrazioni nella fotocamera."

CPN: Siamo curiosi di sapere perché le fotocamere EOS 5DS e EOS 5DS R non sono dotate di prese per le cuffie anche se possono registrare filmati HD… Come mai?

TO: "Avevamo finito lo spazio! Dotando EOS 5DS e EOS 5DS R di USB 3.0, importante per trasferire i dati immagine di grande dimensione, sfortunatamente non è rimasto spazio per le cuffie nel corpo esterno del modello EOS 5D Mark III utilizzato per queste fotocamere."

CPN: Quale futuro vede all'orizzonte per le fotocamere ad alta risoluzione Canon? Dove sarà arrivata la tecnologia tra cinque anni?

TO: "Vi è una domanda sostenuta di fotocamere a megapixel elevati e ad alta risoluzione, e ovviamente seguiremo la tendenza per cercare di soddisfare tale domanda. Come sapete, ad agosto 2010, abbiamo annunciato un sensore CMOS APS-H da 120 milioni di pixel e abbiamo dimostrato di possedere la tecnologia per produrre sensori con risoluzione persino più elevata; tuttavia, dobbiamo concentrarci anche sull'alta qualità dell'immagine. Pertanto, dobbiamo lavorare sull'elaborazione DIGIC e su tutti gli altri algoritmi che contribuiscono a un'elevata qualità dell'immagine. Il successo delle fotocamere digitali Canon EOS sta nel pacchetto complessivo."

Biografia: Tsunemasa Ohara

Tsunemasa Ohara

Tsunemasa Ohara ha iniziato a lavorare per Canon Inc. nel 1979 dopo essersi laureato in ingegneria all'università. Nei suoi primi anni presso Canon ha lavorato come ingegnere allo sviluppo e alla progettazione di un sistema di azionamento elettrico per fotocamere reflex. Nel 1984, agli inizi dello sviluppo del sistema EOS, è stato incaricato della progettazione del sistema AF, che è alla base del sistema EOS di oggi. Ha seguito lo sviluppo di tutte le fotocamere serie EOS-1 e ha fondato il reparto professionale che ha portato alla creazione delle principali tecnologie reflex di Canon, tra cui i sistemi AF, oltre a garantirne l'affidabilità e il facile funzionamento. Nel 1999 è stato nominato capo del "Progetto Digitale EOS", che ha portato allo sviluppo di tecnologie fondamentali per le reflex digitali. I suoi sforzi di combinare la tecnologia EOS tradizionale con la nuova tecnologia digitale hanno segnato il successo della serie EOS-1D, in grado di offrire affidabilità, elevata qualità dell'immagine e una risposta rapida per soddisfare le esigenze dei fotografi professionisti. Inoltre, è stato a capo del "Progetto EOS-1D X" e del "Progetto EOS Professional Business".